La prima cosa che ho saputo, appena varcata la soglia della Pascoli, è di essere finito in classe con il peggior elemento di tutta la scuola (e forse di tutte le scuole della Lombardia, se non d’Italia). Nessuno è più rispettato e più temuto di lui. Tutto quello che dice è legge. Un paio di miei compagni hanno perfino cercato di cambiare sezione dopo aver appreso che l’avrebbero avuto di fianco tutto l’anno. Quanto a me, i sono ben guardato di fornire il benché minimo pretesto per attirare la sua attenzione. Scommetto che anche lui quando si guarda allo specchio, un po’ trema di paura. p.8

 

Contro i cattivi funziona, di Massimo Canuti, Instar Libri