Circoscrizione 03

Cartarescu e il post-modernismo

«Ho finito di scrivere questo libro piangendo». E’ probabilmente la frase più personale e significativa pronunciata da Mircea Cartarescu, a proposito del suo ultimo libro intitolato “Abbacinante. Ala destra”. Personaggio geniale e ironico, nonché uno dei massimi esponenti della corrente letteraria del postmodernismo, si concede ai presenti in oltre un’ora di conferenzapresso il locale torinese Spazio4. Sessanta minuti in cui lo scrittore condivide con il pubblico le sue numerose esperienze,

L’eroina cambia faccia, ma non sparisce

Il pubblico poco numeroso presente il 14 maggio nei locali della Bibliomediateca Mario Gromo, in via Matilde Serao, non faceva affatto onore all’incontro tenutosi e, soprattutto, al tema affrontato. Leopoldo Grosso, vicepresidente del gruppo Abele, e Augusto Consoli, responsabile dell’ASL di corso Vercelli che si occupa di patologie delle dipendenze, hanno discusso con Salvatore Giancane sul consumo di eroina, che ultimamente è erroneamente considerato un fenomeno sorpassato, nonostante i dati raccolti

Generazione Calcare

Esattamente oggi, un anno fa, iniziava l’avventura del Salone Off 365. Con noi del Salone del Libro  fin dall’inizio c’era la scuola Holden con i suoi diversi college; come la settimana scorsa per l’incontro con Zerocalcare 😉 Questa volta ad aiutarci a preparare i ragazzi che dovevano intervistare il nostro ospite sono stati gli studenti del College Series, guidati dal tutor Filippo Losito. Sotto trovate l’articolo di Raffaella Persichella una

11 marzo 2015 intervista a Zerocalcare

Si è appena conclusa una piacevole mattinata insieme ad alcuni studenti della scuola Holden dedicata interamente a Zerocalcare, organizzato dal Salone  Off 365. Noi della classe 4ºB ottici e i ragazzi della 5ºA manutentori dell’istituto Plana, abbiamo partecipato con svariate domande a questo evento, che è stato davvero molto semplice e informale. Abbiamo approfondito le nostre conoscenze su questo giovane artista sulla sua ultima graphic novel Dimentica il mio nome.

Che bello essere noi

Il salone Off 365 presenta Che bello essere noi di Lella Costa Gli editor le avevano proposto di scrivere un libro che parlasse di donne in maniera autentica. A convincerla è stato il loro asso nella manica: il titolo. Che bello essere noi. “Che bello essere noi” edito dalla Piemme è il libro più recente della scrittrice-attrice Lella Costa. Ci racconta della bellezza di essere donna e di tutte quelle

Cairo Automobile Club (Cronaca di un incontro annunciato) – Di Francesco Nappi

Mi arriva una mail della Tutor del mio college in cui ci chiede di collaborare con lei per aiutare una classe di un liceo classico di Torino ad affrontare la lettura di un libro e a preparare l’incontro con l’autore, ‘Al Ala­Alswani, che avrebbe avuto luogo qualche settimana più tardi. La cosa mi sembra interessante, per cui accetto di buon grado e mi accingo a ritirare presso la segreteria della Scuola Holden la copia

Energia che scorre di Glenda Plumari

Se dovessi descrivere questa esperienza e raccontarla, non riuscirei a farlo se non partendo da una metafora, da un’immagine che mi porto dentro da quando ho iniziato a leggere il libro di Ala Al Aswani, “Cairo Automobile Club”. Il libro che ci ha dato l’opportunità di fare questo percorso con i ragazzi del liceo classico Cavour. Ebbene questo romanzo parte da una storia, la storia di Bertha e Karl Benz,

Cairo Automobile Club: il passato e il presente di una Rivoluzione

Stamattina lo scrittore ‘Ala al-Aswani ha di fronte un pubblico diverso dal solito:  a intervistarlo sul suo nuovo romanzo sono dei giovani studenti del Liceo Cavour. Alcune classi hanno, infatti, collaborato con la Scuola Holden e il Salone del libro di Torino per il progetto “Salone Off365”. “Cairo Automobile Club” viene presentato come un quadro dalle molte sfaccettature, come una Guernica di Picasso. La storia è ambientata in Egitto durante

Noi, loro e lui

Il mio l’ultimo anno alle scuole medie iniziò con una giornata dedicata al tema della sicurezza. Il programma funzionava all’incirca così: la mattina ogni terza classe svolgeva un’attività diversa che avrebbe condiviso nel pomeriggio con i compagni delle altre sezioni. Ad esempio, gli addetti al Primo Soccorso diventavano al tempo stesso insegnanti e allievi di chi aveva imparato come mettere in sicurezza i luoghi colpiti da scosse sismiche, e così via. A noi toccò

Prepararsi all’incontro con un grande scrittore: ‘Ala al-Aswani

La lettura di un libro spesso spinge a porsi quesiti, che però in rare occasioni possono essere proposti allo scrittore, e rimangono pertanto senza risposta. Ci sono tuttavia rare opportunità in cui si ha effettivamente il piacere di incontrare il creatore della storia che ha tanto interessato, appassionato, emozionato. La preparazione per l’intervista con l’egiziano ‘Ala al-Aswani, autore di “Palazzo Yacoubian” e “Cairo Automobile Club”, é stata scandita da tre