Bene Male Mah 2014

Personaggio del male: Rashid

Rashid. Un personaggio di Mille splendidi soli, anzi, IL personaggio, poiché è grazie a lui che avvengono la maggior parte degli eventi drammatici del libro, è lui che fa progredire la storia fino al disastro; ma non voglio parlarvi del libro perchè ve ne guasterei la lettura. Concentriamoci ora su, perdonatemi il gioco di parole, questo concentrato di crudeltà. Ho scelto lui perchè nella mia testa è l’esempio più significativo di

Citazione del Male: Che cosa è successo a Barnaby Brocket

Male è qualcuno che non ti accetta per quello che sei. Se poi quel qualcuno sono i tuoi genitori… Barnaby fluttua: la legge di gravità su di lui non ha effetto, per cui, se non gli si appendono dei pesi, vola verso l’alto, sale in cielo. Ecco, adesso immaginatevi Barnaby che va a passeggio con Eleanor, sua madre: sulle spalle porta lo zaino pieno di sabbia che lo tiene ancorato

Citazione del Bene: My Bass Guitar

Poco prima di entrare, Lisa gli prende una mano e infila un foglio nella tasca dei suoi jeans dicendo “Leggilo a casa”. CARO NOAH È scritto a biro, sorride, oggi non aveva paura di sbagliare. QUANDO HO SAPUTO CHE I MIEI AVREBBERO DIVORZIATO HO PROVATO SENTIMENTI CHE AVEVO LETTO SOLO NEI LIBRI. E’ LA STESSA COSA CHE MI SUCCEDE CON TE. E’ VIVERE SULLA MIA PELLE QUALCOSA DI SCONOSCIUTO E

Citazione del Bene: Il pianeta di Standish

Hector non dice niente, ma so che mi sta ascoltando. Le parole sono l’unica medicina che ho. “Tu riesci a dare un senso a un mondo insensato. Mi hai dato stivali spaziali perché potessi camminare su altri pianeti. Senza di te, sono perduto. Non c’è destra né sinistra. Non c’è domani, solo chilometri e chilometri di ieri. Non importa cosa succederà adesso, perché ti ho trovato.È per questo che sono

Male? Mah…: Le orme del leone

Pedru è il protagonista del libro Le orme del leone di Nicola Davies. Una notte, tornando dalla pesca, Pedru viene attaccato da un leone che gli sbrana un braccio. 
Da quel giorno il ragazzo prova un odio profondo verso i leoni e desidera solo vendicarsi.
 
Provare il desiderio di vendetta nei confronti di una persona o di un animale non si può giudicare una cosa giusta. 
Pedru, con l’aiuto delle

Personaggio del Bene: E vallo a spiegare a Nino

Nel libro di Anselmo Roveda, E vallo a spiegare a Nino,  secondo me il vero personaggio del bene è Don Franco. Don Franco non compare molte volte, ma quando appare dimostra di essere il vero buono di questa storia,  se non il più determinante nella lotta alla mafia. Don Franco infatti apre in una villa sequestrata alla mafia un centro di aggregazione dove tutti i ragazzi possano andare a fare

Personaggi del Male: Jim Kniff

Jim Kniff è uno dei personaggi del romanzo di Francesco D’Adamo, Oh Freedom,  e si può certamente definire un personaggio del Male.   Si tratta del capo che sorveglia gli schiavi nella piantagione del Capitano Archer. È lui che “doveva badare ai negri, controllare che non battessero la fiacca, farli filare dritto e intervenire ogni qualvolta qualcuno pensava di poter alzare la cresta, o qualche testa calda di giovane si faceva

Personaggi del Bene: Peg Leg Joe

Peg Leg Joe è un personaggio del Bene nel romanzo Oh Freedom di Francesco D’Adamo  e assume il ruolo del salvatore di una famiglia di schiavi neri che ogni giorno deve subire le cattiverie di Jim Kniff,  il loro capo bianco. Peg Leg Joe li salverà da questa vita e li porterà, attraverso un lungo viaggio, nella terra di “Canaan”, il Canada, dove bianchi e neri sono uguali, liberi di

Citazione del Male: Oh freedom

L’uomo si girò. Aveva la faccia cotta dal sole resa ancora più rossa dai numerosi bicchierini che doveva essersi concesso. Era molto arrabbiato. «Ehi, negro!» gridò. «Tu, negro! Come ti permetti, negro!» Anche la voce dell’uomo era grande e grossa. […] «Dico a te, negro schifoso. Come ti permetti? Chi è il tuo padrone?» La conoscevano bene quella voce. E anche quella faccia cotta dal sole. Era Jim Kniff con

Citazione del Bene: Per questo mi chiamo Giovanni

Tornò a Palermo e cominciò a frequentare  l’Università di Legge, per diventare un avvocato o un giudice, per difendere quelli che subiscono ingiustizie e punire quelli che ne commettono…. Quello sarebbe stato il lavoro di Giovanni. Combattere per la giustizia. Come Zorro. Ma non sui muretti del lungomare. Nei tribunali e per le strade di Palermo.   Per questo mi chiamo Giovanni, di Luigi Garlando, Bur Rizzoli   Matteo Santise